Yangon

“Dal momento in cui sa camminare, il bambino sa viaggiare”

YANGON – LA PIU’ GRANDE CITTA’ DEL MYANMAR

 

Fonte: Corrado Prever

Con una popolazione di oltre quattro milioni di persone Yangon è la città più grande e il più importante centro in Birmania, prima tappa obbligata del viaggio e primo assaggio di foto di immagini che attendevo da anni di poter scattare.

Yangon, nota anche come Rangoon, è l’ex capitale della Birmania, e non importa se ufficialmente il governo militare dal marzo 2006 ha trasferito la capitale amministrativa di Naypyidaw  a 322 km a nord di Yangon.
Edifici residenziali e commerciali sono stati costruiti o ristrutturati nel centro della città di Yangon, ma le diverse città satelliti che circondano il centro continuano ad essere profondamente impoverite.
Yangon ha oggi sei nuovi ponti e cinque nuove autostrade che collegano il centro con la zona industriale, ma Yangon rimane senza i servizi di base come energia elettrica a tutte le ore, la regolare raccolta dei rifiuti, una pavimentazione adeguata e la pulizia della strade.

La città (in origine chiamata “Dagon”) è stata fondata probabilmente tra il 1028 ed il 1043 da parte della popolazione Mon, si trattava in realtà un piccolo villaggio di pescatori intorno alla antichissima Shwedagon Pagoda.
Nel 1755, il Re Alaungpaya conquistò la città la ribattezzò Yangon.
Gli inglesi presero Yangon durante la prima guerra Anglo-Birmana (1824-26) mentre durante la seconda guerra Anglo-Birmana (1852) conquistarono la parte meridionale della Birmania.
Yangon divenne la vera capitale del Myanmar solo dopo la terza guerra Anglo-Birmana (1885), quando gli inglesi completarono la conquista di tutta la regione.
Dal 1890 l’aumento della popolazione di Yangon e del commercio diede alla luce una prospera periferia residenziale a nord, la Yangon coloniale, con i suoi ampi parchi e laghi ed il mix di edifici moderni e architettura tradizionale in legno, era conosciuta come “la città giardino d’Oriente”.
Agli inizi del ventesimo secolo Yangon aveva servizi pubblici ed infrastrutture alla pari con Londra.