Nagoya

“Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco”

La città di Nagoya è il capoluogo della prefettura di Aichi e la quarta maggiore città del Giappone per estensione. Con i suoi 2,2 milioni di abitanti è considerata una delle capitali politiche, economiche e culturali del Giappone. La sua nascita risale a 400 anni fa, con la costruzione del castello di Nagoya da parte dello shogun Tokugawa Ieyasu. La costruzione di questo edificio richiese il lavoro di artigiani talentuosi che utilizzarono materie prime di altissima qualità come il cipresso di Kiso. In questo modo fiorì una cultura dell’artigianato unica nel suo genere conosciuta come monozukuri che permise a Nagoya di crescere con una forte identità industriale. In aggiunta l’atmosfera culturale della figura dei samurai riecheggia nei luoghi di interesse storico come il castello di Nagoya e il giardino di Tokugawa. Nagoya gioca un ruolo importante nell’industria giapponese sia grazie alla sua produzione di ceramiche e articoli tessili tradizionale che all’industria più moderna come quella automobilistica e dell’aeronautica. Non mancano però i parchi, come lo Higashiyama,che si estendono a macchia d’olio lungo tutto il territorio cittadino. Nel 1989 Nagoya fu la capitale della “World Design Expo”, diventando così una città innovativa e su misura per i suoi abitanti, grazie ai numerosi servizi di trasporto pubblico e strutture commerciali. Numerosi sono i luoghi di interesse storico e culturale che si possono visitare in questa città, unica nel suo genere. Il santuario di Atsuta, è il secondo più grande di tutto il Giappone e viene visitato annualmente da più di 6 milioni di visitatori. In quest’area si possono trovare le mura di Nobunaga, costruite nel 1560 e innumerevoli articoli e documenti di rilevanza storico-culturale. Il museo d’arte di Tokugawa con la sua esposizione permanente degli oggetti (spade, armature, oggetti tradizionali) appartenuti ai signori feudali Owari Tokugawa, è una meta obbligatoria per tutti i turisti che si recano a Nagoya. L’esposizione temporanea delle immagini su pergamena raffiguranti “Il racconto di Genji”, considerato uno dei capolavori della letteratura giapponese, attrae ogni anno decine di migliaia di visitatori. Il museo delle scienze di Nagoya invece, offre numerosi attrazioni che permettono ai suoi visitatori di vivere e provare la potenza della natura. Una di queste è senza dubbio il “Brother Earth”che con i suoi 35 metri di diametro viene considerato il più grande planetario del mondo! Ma il vero di simbolo di Nagoya è senza dubbio la “Nagoya TV Tower”, torre di diffusione televisiva che funge anche da emozionante punto panoramico. Dall’alto dei suoi 90 metri si può godere di un’ottima vista sulla città e sulla sua periferia. Il parco Oasis 21 offre invece uno spazio unico nel suo genere: il suo tetto di forma ovale e sormontato da un sottile strato di acqua, è accessibile ai visitatori. Al suo interno sono presenti inoltre un capolinea per i servizi pubblici e numerosi negozi. Il corso cittadino del fiume Yamazaki con i suoi filari di ciliegi famosi in tutto il Giappone è considerato tra i 100 migliori luoghi in cui ammirare la fioritura del ciliegio. Il festival di Nagoya è uno degli eventi più importanti e colora l’autunno di questa città. Nella grande e lussuosa parata che la attraversa, oltre alla processione dei Tre Signori Feudali più importanti di Nagoya (Oda Nobunaga, Toyotomi Hideyoshi e Tokugawa Ieyasu), si possono vedere anche i famosi carri allegorici accompagnati da sfarzose bambole meccaniche . Un altro evento di importanza mondiale è il WCS (World Cosplay Summit), evento imperdibile per tutti gli appassionati di anime e manga giapponesi. L’evento principale prevede la rappresentanza di due cosplayers per ogni nazione che si sfidano per ottenere l’ambito titolo di miglior cosplayer dell’anno. La parata annuale vede ogni anno sfilare più di 1000 partecipanti lungo le strade del distretto commerciale della città. L’evento vede ogni anno la partecipazione di più di 30 nazioni e attrae l’attenzione dei media di tutto il mondo.

Il castello di Nagoya, è considerato uno dei capolavori dell’architettura samurai dello stile Shoinzukuri. Nel 1930 fu il primo castello ad essere nominato Tesoro della Nazione. Sfortunatamente il castello, insieme al palazzo Hommaru, fu distrutto da un raid aereo durante la seconda guerra mondiale. Il castello fu ricostruito nel 1959, grazie al supporto dei cittadini di Nagoya. Questo palazzo veniva utilizzato al tempo per le udienze ufficiali e venne completato nel 1615. Era inoltre la residenza del primo signore feudale, Tokugawa Yoshinao. I lussuosi interni del palazzo,considerati gioielli dell’artigianato locale, vennero decorati con raffigurazioni di tigri, fiori e paesaggi di vario genere.