Mingun

“Attraversa il cielo e la terra come un nomade, incontra meraviglie e colori sconosciuti,e rendili tuoi amici”

MINGUN – L’ANTICA CITTA’ REALE

 

Fonte: Corrado Prever

Il lago Inle si trova nella zona di Nyaungshwe e di Taunggyi nello stato Shan, un luogo remoto ma veramente interessantissimo e decisamente unico per fare delle foto originali e particolari in Birmania./span>

Mingun è un’antica città situata 11 km da Mandalay lungo fiume Irrawaddy, sono arrivato lì verso la fine della giornata, dopo un lungo giro per i dintorni di Mandalay ed ho veramente concluso la giornata con delle foto molto belle.

Il soggetto da fotografare del resto è davvero unico, una immensa pagoda spaccata in due da un terremoto avvenuto secoli fa. In tempo quindi per alcuni scatti prima del tramonto, ero così felice di vedere le rovine dello stupa più grande del mondo, sicuramente è stata una delle migliori giornate trascorse in Birmania.
Non avevo ancora visto Bagan in quel momento, ma Mingun è sicuramente uno dei posti più belli del Myanmar da visitare.
Di solito le persone arrivano a Mingun da Mandalay al mattino, in barca, sul fiume Irrawaddy, a causa di questo e a causa degli orari della barca il luogo può essere affollato al mattino.
Io sono arrivato via terra, in moto, nel pomeriggio, poco prima del tramonto, ed ero praticamente da solo.

Il tempio di Mingun è un monumentale stupa incompiuto iniziato dal Re Bodawpaya nel 1790.
La legenda ci dice che la pagoda non fu completata a causa di un astrologo che sosteneva il Re sarebbe morto non appena finito il tempio.
Il Re morì nel 1819 ma la pagoda non era stata ancora ultimata. Lo stupa, una volta completato, sarebbe stato il più grande del mondo alto ben 150 metri, ma un terremoto nel marzo 1839 distrusse lo stupa ed oggi crepe enormi e sorprendenti sono visibili nella struttura.