Cameron Highland

“Restare è esistere, ma viaggiare è vivere”

CAMERON HIGHLAND – LE PIANTAGIONI DI THE’ DELLA MALESIA

 

Fonte: Corrado Prever

Sempre alla ricerca di qualcosa di interessante e di un pò di fresco mi sono diretto a scattare delle foto nella zona di  Cameron Highland.

Il posto ha preso il nome da William Cameron, un esploratore britannico a cui nel 1885 fu commissionato dal governo coloniale di mappare l’area, ben 712 chilometri quadrati, una delle colline più fresche della Malesia.

Cameron Highland si trova a circa 85 chilometri da Ipoh e a circa 200 chilometri da Kuala Lumpur ed è il punto più alto della Malesia che sia raggiungibile in auto. Durante il giorno la temperatura sale poco sopra i 25°C, ma di notte può scendere anche al di sotto di 12°C.
L’altopiano ha un’altitudine di 1.200 metri sul livello del mare, i britannici nel 1920 ne fecero un sanatorio, un luogo di cura e di sfruttamento di buoni terreni agricoli.

La costruzione dell’infrastruttura fu davvero una sfida, i lavoratori non solo avevano a che fare con il maltempo, ma convivevano con il rischio di essere colpiti dalla malaria.
Nel 1930 la località divenne molto popolare tra la gente locale e non solo, proprio per il clima fresco, un oasi in mezzo alla calura tropicale.
Purtroppo Cameron Highland è stata anche l’ultima tappa del mio soggiorno in Malesia, l’ultimo posto visitato prima di ritornare a Kuala Lumpur.

Ho quindi trascorso in zona solo un paio di giorni, sicuramente non abbastanza, vorrei avere avuto più tempo per andare in giro sulle colline alla scoperta di paesaggi.