Trigonella

"Sono fresca sulla lingua quanto la brezza del fiume, e semino desiderio nei campi sterili"

Datemi la mano. Apritela e poi richiudetela. Sentite.
La trigonella dura come una manciata di sassolini vi sta al centro del palmo, compatta e densa, color della sabbia sul fondo di un vecchio torrente.
Ma mettetela nell’acqua e sboccerà.
Mordicchiate i semi rigonfi e gustatene l’amara dolcezza.
Sapore di erbe acquatiche in luoghi selvaggi, il grido delle oche grigie.
Trigonella spezia del martedì, quando l’aria è verde quanto il muschio dopo la pioggia.
Spezia dei giorni in cui ho voglia di rannicchiarmi sotto una trapunta di foglie di Peepul e raccontare storie, come facevamo sull’isola.
Trigonella, Methi, seme screziato seminato per primo da Shabari, la donna più antica della terra.
Ascoltate la canzone della trigonella: “Sono fresca sulla lingua quanto la brezza del fiume, e semino desiderio nei campi sterili”.
“Io trigonella ridono dolcezza al corpo, lo rendo nuovamente capace di amare”.
“trigonella contro la discordia” Trigonella, Methi, seme screziato seminato per primo da Shabari, la donna più antica della terra.”
La trigonella, conosciuta nella fitoterapia europea e italiana come fieno greco, nella medicina ayurvedica è uno dei rimedi naturali più utilizzati e apprezzati.
I principi attivi che fanno di questi semi uno dei rimedi più apprezzati in ambito ayurvedico sono la Trigonellina, alcune lecitine, grassi, galattomannani.
Tutti principi attivi che fanno della Trigonella una pianta nutritiva e ricostituente.
Un trattamento a base di Fieno greco giova senz’altro a soggetti debilitati, convalescenti di lunghe malattie infettive, affetti da disturbi nervosi negli stati di affaticamento e in quelli anemici aventi come denominatore comune magrezza eccessiva, perdita dell’appetito, debolezza generale. Possiede anche un’azione anabolizzante che favorisce la crescita muscolare. Ed ha un’azione anti-anemica. Riduce i livelli della glicemia e della colesteolemia.
La Trigonella è inoltre utile per aumentare la secrezione lattea delle nutrici.
I cataplasmi di farina di fieno greco combattono la pelle grassa, i foruncoli e l’acne.
Semi e foglie sono ricchi di saponine steroidee (diosgenina, yamogenina), fitoestrogeni (vitexina, quercetina, luteolina), alcaloidi (trigonellina, genzianina), vitamine (PP, complesso B, A e C), lisina, triptofano, sali minerali (ferro, fosforo) e cumarine.