Cumino

"La spezia dell’oscuro pianeta Ketu (mercurio), che protegge dal malocchio"

​”Kalo jire, cumino, la spezia dell’oscuro pianeta Ketu (mercurio), che protegge dal malocchio. Neroblu e luccicante come le foreste del Sundarban dove è stato trovato per la prima volta, cumino a forma di lacrima, dal profumo di tigre, aspro e selvaggio, per sovrastare ciò che il fato ha scritto…”
Leggenda e tradizione ci insegnano che questa spezia è stata da sempre utilizzata per la protezione, per tenere lontano ciò che è male o indesiderato ma, al contempo, veniva utilizzata anche per propiziare l’amore e per tenersi stretto il proprio compagno/a di vita.
Infatti nel Canavese (Piemonte) le antiche nonne si dice che cospargessero le pagnotte di semi di cumino per poi donarle alle nipoti per far sì che gli amati non le abbandonassero.
In medicina ayurvedica ancora oggi si ricorre a questa spezia insieme ad altri ingredienti per medicamenti riguardanti l’arricchimento della vita matrimoniale e per la fedeltà.
Il cumino è considerato come una spezia particolarmente ricca di ferro. I suoi benefici per la salute sono stati presi in considerazione fin dai tempi antichi dall’Ayurveda, la medicina tradizionale indiana, che ha attribuito al cumino proprietà che al giorno d’oggi iniziano a trovare conferma all’interno della ricerca scientifica.
Oltre ad essere antispasmodici, antisettici, digestivi sono molto utili per combattere i fastidiosi problemi di meteorismo e alitosi.
Il cumino contribuisce ad aiutare l’organismo nell’assorbimento degli elementi nutritivi, migliora la digestione e stimola le difese immunitarie
L’olio di cumino in particolare ha la caratteristica di riattivare e stimolare la circolazione sanguigna.
In India il cumino è parte da millenni della preparazione di numerose pietanze e condimenti a base di spezie, come il curry e i masala.