Anice stellato

"In Oriente rappresenta un farmaco prima ancora che un ingrediente per la cucina"

E’ originario dell’Asia e per poter essere utilizzato, viene prima lasciato seccare. Il gusto dell’anice stellato ricorda un po’ quello della liquirizia quindi basta usarne piccole quantità per insaporire pietanze e tisane.
Le sue proprietà sono:
– combatte l’herpes: l’azione dell’anice stellato non è quella di sconfiggerlo, ma di evitare che si riproduca diventando virale.
– abbassa l’influenza: è utilizzabile per sconfiggere il virus dell’influenza.
– antibatterico: dall’anice stellato viene estratto anche l’anetolo che ha proprietà antibatteriche e conferisce al frutto la capacità di combattere molte forme batteriche tra cui vomito e diarrea.
– antinfiammatorio: è un potente antinfiammatorio.
– diuretico: viene sconsigliato l’uso in caso di problemi renali.
– aiuta l’apparato digerente: l’anice stellato ha proprietà capaci di alleviare il dolore addominale.
– contro la tosse: aggiungendo una goccia di anice stellato a un normale sciroppo per la tosse si accentua la capacità espettorante e aiuta l’eliminazione del muco.
Il nome deriva dal gusto all’anice della spezia e dalla forma a stella. E’ composta da 8 estremità di forma bislunga che si distendono sui lati per formare una stella a 8 punte.
Ogni punta contiene un seme rotondo, marrone, oleoso e brillante.