Wat Pho, il Tempio del Buddha sdraiato

Wat Pho prende il suo nome da un monastero situato in India, nel quale si ritiene che abbia vissuto Buddha

Wat Pho, il Tempio del Buddha sdraiato

Il Wat Pho o Wat Phra Chetuphon, il Tempio del Buddha Sdraiato è situato nel distretto di Rattanakosin, dietro al Tempio del Buddha Smeraldo e vicino al Grande Palazzo. É uno dei tempi più antichi ed imponenti della città (contiente più di mille statue del Buddha) ed è famoso per la gigantesca statua di Buddha in una singolare posizione sdraiata ed interamente ricoperta di foglie d’oro
Wat Pho prende il suo nome da un monastero situato in India, nel quale si ritiene che abbia vissuto Buddha. Nel periodo che precede la costruzione del tempio, in questo luogo sorgeva un centro dedicato all’insegnamento della medicina e delle tecniche tradizionali del massaggio Thai, nel quale furono erette anche alcune statue raffiguranti le varie posizioni dello yoga. In seguito, Rama I fece costruire il tempio utilizzando i frammenti di una enorme statua del Buddha che era stata distrutta dai Birmani nel 1767
Durante il regno di Rama III, intorno al tempio vennero affisse alcune iscrizioni contenenti testi di medicina tradizionale, mentre adiacente al tempio si trova un piccolo giardino in cui la colonna portante è l’albero della Bodhi (antico fico sacro), le cui radici si crede derivino dall’antico albero indiano sotto cui Buddha sedeva in attesa dell’illuminazione.
Le misure della statua del Buddha Sdraiato sono a dir poco impressionanti: 15 metri di altezza, 46 metri di lunghezza, i piedi del Buddha sono lunghi 5 metri e sono decorati con incantevoli immagini in madreperla raffiguranti i ‘laksanas’ (caratteri e segni) di buon auspicio. 108 è un numero considerato sacro nella religione buddhista e simboleggia le 108 azioni e simboli positivi che hanno aiutato il Buddha a raggiungere la perfezione.