I Gioielli della Corona Thailandese

I Gioielli della Corona di Thailandia, sono l'insieme delle regalie e delle insegne che costituiscono il patrimonio della monarchia del regno di Thailandia

I Gioielli della Corona Thailandese

I Gioielli della Corona di Thailandia, sono l’insieme delle regalie e delle insegne che costituiscono il patrimonio della monarchia del regno di Thailandia.
Le cinque regalie fondamentali sono:
L’Ombrello Reale a Nove Balze sopra il Trono nella Sala del Trono Phuttan Kanchanasinghat del Grande Palazzo Realea Bangkok, considerato come la più sacra e antica regalia dei sovrani thailandesi e come un vero e proprio oggetto sacro, simboleggia la protezione spirituale e fisica che il re può dare ai suoi sudditi. Si tratta di un particolare tipo di ombrello thailandese, chiamato anche chatra, costituito da ben nove balze che rappresentano l’onore del monarca e fanno di questo ombrello la più alta regalia ed insegna della sua autorità reale. Finché il rito d’incoronazione di un nuovo sovrano non è compiuto questi non sarà abilitato a sedersi sul trono, che è permanentemente posto sotto un Ombrello reale a nove balze che ne fa da baldacchino
La Grande Corona della Vittoria, considerata una delle principali insegne della sovranità thailandese. Di forma estremamente particolare, essendo un diadema conico a più livelli terminante in una spirale convessa, è fatta di oro ed, ornata di numerose pietre preziose, è sormontata da un importante diamante chiamato Grande Diamante, aggiunto da Rama IV.
La Spada della Vittoria (thai: พระแสงขรรค์ชัยศรี, RTGS: Phra Saeng Khan Chaiyasi), considerata la spada di stato del regno thailandese, simboleggia il re come un vero guerriero ricordando il suo dovere di proteggere con tutte le sue forze il proprio popolo, per questo è anche chiamata “Saggezza del Re”. La lama della spada proviene dalla Cambogia mentre suo collo, tra l’elsa in oro e la lama, è ornato da un’immagine in miniatura imbevuta d’oro di Garuḍa vāhana, simbolo della reincarnazione divina del re, fare da cavalcatura a Viṣṇu.
Lo Scettro, considerato il simbolo della giustizia ed equità reale. Molto semplice, è fatto di legno di cassia, ricoperto d’oro con una presa arrotondata in alto e un piedino forato di metallo intarsiato d’oro.
Il Ventaglio e la Frusta reali sono il simbolo dell’obbligo del Re di dissuadere qualsiasi male a minaccia del suo popolo. Il Ventaglio reale è formato da una foglia di palma talipot, e la sua struttura è ricoperta d’oro. La Frusta reale è invece formata da crini di elefante bianco risalenti al periodo di Rama IV.
Le Pantofole reali, sono considerate il simbolo dell’accettazione della gente al sovrano. Sono fatte in oro, suole incluse, e, foderate di velluto rosseo, decorate con diamanti.