Le Bandiere Nazionali Thailandesi

La nuova bandiera nazionale thailandese fu usata dal 1917, anno in cui il Vecchio continente era investito dalla Grande guerra

Le Bandiere Nazionali Thailandesi

Sono in totale 7 le bandiere storiche nazionali della Thailandia, e tutte riportavano al loro interno il colore rosso, che nella cultura asiatica rappresenta l’interezza della nazione e la sua forza rispetto agli oppositori.
La prima bandiera della Thailandia utilizzata per l’allora Regno di Ayutthaya era infatti un drappo completamente rosso che aveva la classica forma rettangolare, in seguito abbellita con l’introduzione di alcune immagini, come ad esempio l’elefante, animale simbolo del paese.
L’esigenza però di fornire un drappo di facile riproposizione anche da parte delle masse, portò alla scelta di una bandiera della Thailandia più facilmente riproducibile. La decisione ricadde quindi su una bandiera a bande orizzontali bianche e rosse, che però fu usata solamente per un anno, nel 1917.
Il monarca dell’epoca Rama VI volle infatti introdurre un chiaro accenno alla monarchia con l’inserimento della banda blu al centro del rettangolo della bandiera della Thailandia. Sempre nel 1917 apparvero le bandiere thailandesi con al centro un elefante (bandiera navale) e la bandiera di bompresso (indicata con il termine inglese jack).
Attualmente la bandiera del regno di Thailandia è un drappo a colori orizzontali rosso-bianco-blu-bianco-rosso. La banda blu è larga il doppio rispetto alle fasce bianche e rosse, e di fatto costituisce il cromatismo più importante all’interno della bandiera.
Il senso del tricolore thailandese è quello di onorare con i colori i principi fondanti del paese. Nell’immaginario collettivo infatti il rosso rappresenta il sangue versato per la patria, il bianco la purezza della religione Buddista e il blu è il colore dei sovrani della Dinastia Chakri che regna sul paese.
La nuova bandiera nazionale thailandese fu usata dal 1917, anno in cui il Vecchio continente era investito dalla Grande guerra; uno dei motivi che portò all’adozione della colorazione attuale fu la volontà dell’allora sovrano del regno di Siam di identificarsi con le nazioni alleate; i colori infatti si rifanno a Francia, Regno Unito.
Si deve sottolineare infine come la bandiera thailandese nel paese asiatico rivesta una rilevanza massima; strapparla, bruciarla o esporla in maniera non consona alla sua importanza è un reato gravissimo, e le condanne in tale caso prevedono molti anni di detenzione.